Recensione A Caldo Captain America: Civil War!

Partiamo dal fatto che è una recensione a caldo, quindi sarà molto soggettiva. In più sono e sarò sempre #TeamIronMan #CaptainAmericaSucks. Tuttavia questa volta voglio dividere, come i migliori recensori insegnano, il discorso in parte spoiler e non. A questo punto non ci resta che andare senza indugio.

Il film è una figata, lunghissimo, ma non pesante, scorre velocissimo, ne vorresti di più, specialmente perchè ci sono dei buchi di sceneggiatura che avrei voluto approfondissero. Ma andate a vederlo, merita veramente!

Fine parte senza spoiler. Ora incominciamo con le cose serie.

teamsvscivilwarposterI fratelli Russo si riconfermano degli ottimi registi. Sinceramente era da un po’ che non vedevo un cinecomics fatto così. Intendiamoci, DeadPool è stato spettacolare, ma è una minchionata che sfrutta molto la comicità demenziale, Ant-Man era carino, ma anche lì, non si prende sul serio. Lasciamo perdere quell’aborto di Batman V Superman. Age Of Ultron era bello, ma non mi ha entusiasmato così tanto come fece il primo Avengers. Questo invece è riuscito dove altri hanno fallito. Il primo Captain America era veramente pezzente, infantile e sciocco, un po’ come tutta la saga di Thor, mentre Iron Man 3, vabbè lasciamo perdere che se parli a quelli del Marvel Studios di quel film film ti fanno -LALALALALALALA’! Non l’abbiamo fatto noi!-. Winter Soldier era già diverso, non dico serio o adulto, perchè un film di supereroi con portaerei volanti non può prendersi sul serio, ma era diverso. Possiamo dire che i fratelli Russo hanno cercato di smorzare tutte quelle lucine scintillanti di cui si ammantavano i film Marvel. Hanno cercato tinte più “dark”, rimanendo comunque anni luce dai film ultradark, talmente dark che non vedi niente sullo schermo, di casa DC. Le battute gigione ci sono sempre, ovvio, ma sono più contestualizzate, nei momenti giusti, non ti fanno regredire all’età cerebrale di un dodicenne.

Hanno confezionato un bel blockbuster (che con i soldi che gli hanno dato avrebbero potuto risolvere la fame nel mondo) che scorre veramente bene. La regia è solidissima. Ero veramente curioso di sapere come avrebbero fatto ad introdurmi Pantera Nera, personaggio sconosciuto ai più, e Spider-Man.

Marvel's Captain America: Civil War Spider-Man/Peter Parker (Tom Holland) Photo Credit: Film Frame © Marvel 2016

Spider-Man tutti sanno chi è, non aveva bisogno di presentazioni, quindi è stato facile. Ma Pantera Nera mi ha stupito, se la sono giocata veramente bene. In 2 minuti viene presentato e rende perfettamente l’idea: è praticamente un’istituzione, tutti sanno chi è, perchè è il simbolo e il protettore del Wakanda, un ruolo che passa di generazione in generazione. Bon, fatto, a posto, tutto chiaro. Un altro paio di maniche è il come l’hanno reso: tutina in vibvanio firmata Pvada, unghie retrattili. Voglio dire, ci sta, è figo, ma noi puristi abbiamo sempre qualcosa da criticare. Sicuramente meglio così che una calzamaglia nera e basta.

Marvel-Legends-Civil-War-Black-Panther-Figure-640x835

Siccome sono un nerd purista (della peggior specie) direi di partire dal titolo: Civil War, ommioddio fa riferimento alla saga di Mark Millar! Come si permettono, qua sono quattro gatti, nel fumetto c’erano tutti!! E dov’è l’incidente vicino alla scuola!!1!11! Lo ammetto ero anch’io così, prima di vederlo, ero molto dubbioso che mi sminchiassero il significato politico/ideologico che stava dietro al fumetto per incentrare tutto il film su Bucky, che era l’amicone di Cap, ma anche un ex terrorista, ora invece è pentito, quindi bisogna dargli una seconda possibilità e bla bla bla. Invece no! Altra sorpresona! Non c’è nessun incidente vicino ad una scuola da parte di un gruppo di giovani super imbecilli. Ma un incidente causato dagli stessi Avengers in cui muoino diversi civili, mentre inseguivano Crossbones (personaggio fichissimo che avrei sperato utilizzassero un po’ di più, non che durasse tre minuti).Frank-Grillo-Brock-Rumlow-Crossbones-Scars-Captain-America-Civil-War In fin dei conti il significato è lo stesso. Il governo, o meglio le Nazioni Unite, chiedono un atto di registrazione per poter controllare i loro interventi e non lasciarli agire come vogliono loro. E qua si delineano le 2 fazioni, Cap il liberale, è contro questo perchè ha paura di diventare un cane al guinzaglio, di dover fare cose che magari non ritiene giuste e non agire in casi in cui dovrebbe: un ego e una morale insostenibili. Ovviamente il primo a dargli retta è il suo cagnolino Falcon. Dall’altra ovviamente si contrappongono Iron Man, War Machine, e la Visione che vede la fredda logica della registrazione. Gli schieramenti sono ben delineati. Da una parte Tony Stark è l’uomo della ragione, schiacciato dal peso delle responsabilità, e che quindi può anche prendere scelte che possono essere mal interpretate (la sicurezza di Scarlet); dall’altra Steve Rogers, l’uomo integerrimo e dai valori incrollabili che arriva ad anteporre l’amicizia con Bucky a qualsiasi altra cosa, finendo dalla parte del torto (vedi la scena in cui pesta i poliziotti che volevano catturare il Soldato d’Inverno).

the-5-best-brawls-in-captain-america-civil-war-961822

C’è anche la scena dove Stark prende piena coscienza delle sue azioni e si convince della necessità di essere regolamentati, Millar lo racconta quando uscendo dal funerale viene aggredito dalla madre di uno dei bambini rimasti vittima; qua dopo una conferenza una madre gli dice che è colpa loro se il figlio è morto a Sokovia. Pertanto per quanto riguarda le motivazioni che spingono i 2 a scontrarsi posso dire che ha tenuto fede all’idea originale. In più i riferimenti al fumetto sono ovunque. C’è pure la scena in cui Iron Man durante lo scontro finale con Steve Rogers lo attacca con i raggi sui palmi e questo si ripara con lo scudo: mamma mia che spettacolo, poi con quella colonna sonora raggiunge livelli di epicità stratosferici! Ma devo ammettere che tutti i combattimenti sono fatti veramente bene. Ce ne sono tanti, ma non inficiano la trama e i dialoghi, o non diventano noiosi e ripetitivi. Anche quello all’aeroporto, con tutti presenti: che spettacolo! Lì era veramente difficile farlo bene perchè c’erano tanti personaggi da gestire.

captain-america-vs-iron-man-civil-war

Ora passiamo a quelle due o tre cose che non mi sono piaciute. La prima è proprio un tecnicismo, certi scontri, specialmente quelli di pure cinquine, non quando Ant-Man entra nell’armatura di Stark o diventa Giant-Man, quello è spettacolare, dico quando Vedova Nera mena a schiaffoni gli sgherri di CrossBones, li avrei preferito una camera fissa, piuttosto che  cercare di seguire l’azione con movimenti di macchina continui. tumblr_o0907hkAIk1t1bfpho1_500Ora invece vorrei chiedervi una cosa, di spiegarmelo o scrivermi se è colpa mia che mi sono perso qualche passaggio fondamentale, ma come diavolo faceva Cap a sapere che Howard Stark e sua moglie erano stati uccisi dal Soldato D’Inverno nel ’91, prima che il Colonnello Zemo (personaggio fantastico e riuscitissimo) lo mostrasse? Come faceva? Come? Qua inoltre c’è il punto di svolta che mi è piaciuto meno: prima lo scontro era ideologico, da lì in poi diventa, come temevo dal trailer, una faccenda personale per contendersi Bucky. Inoltre come faceva Tony a conoscere Spider-Man? Come? (Forse frequentava quella super bonazza di zia May!)

Altra cosa è il finale. Per me non finisce, troppo aperto. Tony rimane da solo, perchè la Vedova Nera l’ha tradito e capisce che non si può fidare (è veramente una spregevole pu**ana), tutti lo abbandonano. Quindi si lascia intendere che gli Avengers siano sciolti. Capitan America libera gli altri che erano stati incarcerati dopo lo scontro, e si capisce che diventeranno dei ricercati, dei fuggitivi. Avrei voluto qualcosa di più definitivo, che mi desse delle certezze. In più se penso che il prossimo film corale sarà Infinity War, dove dovranno combattere tutti contro Thanos, la vedo difficile spiegare tutte le sotto trame del loro periodo di clandestinità, come ha influito sui loro rapporti, chi li ha cercati, che fine ha fatto il progetto Avengers? Ma magari queste sono le mie solite preoccupazioni che verranno confutate dai fratelli Russo come hanno fatto stavolta con Civil War.

Quindi per concludere questa recensione farlocca, che forse vuol essere più una chiacchierata, vi consiglio vivamente di guardarlo. Premetto che non bisogna andarci impreparati. O siete come me, infognati di fumetti e conoscete tutti i personaggi Marvel, anche quelli degli universi paralleli, allora non c’è problema, se no dovete recuperarvi obbligatoriamente 3 pellicole prima di affrontare questa e poterla capire bene. Ant-man, perchè così capite chi è, visto che è sconosciuto ai più e perchè Falcon lo conosce. Age Of Ultron, perchè i riferimenti alla Sokovia sono tanti e le motivazioni di Zemo arrivano proprio da lì, inoltre è in quella pellicola che appaiono anche Scarlet e la Visione. Ma il più fondamentale di tutti è sicuramente The Winter Soldier, senza aver visto quello vi perdete metà film.

baron-zemo-112595-127986

P.S.: ma quanto è figo Zemo quando alla fine lo psicologo gli chiede come si sente visto che il suo piano è fallito, e lui risponde – Ne è sicuro?- Boom! Che mazzata!

Scritto da: N°7

||||| 2 Mi Piace! |||||